CONDIVIDI
Achille Castiglioni

Achille Castiglioni (Milano, 16 Febbraio 1918 – 2 Dicembre 2002) è stato un architetto e progettista tra i più affermati e innovativi del panorama italiano. Laureatosi presso il Politecnico di Milano, consolidò la sua esperienza nello studio dei suoi fratelli Livio e Pier Giacomo, dedicandosi a progetti decisamente variegati: dall’urbanistica all’architettura sino al product design.

La vita di Achille Castiglioni

Quattordici delle sue opere più importanti sono esposte al MoMa di New York, che a Manhattan ha realizzato in suo onore la più grande retrospettiva mai dedicata a un designer italiano.
Nel 1965 Achille e Piergiacomo Castiglioni disegnano per Brionvega RR226, un radiofonografo che ancora oggi viene considerato tra i pezzi più belli nella storia del design italiano; si tratta di un apparecchio radio componibile caratterizzato dalla versatilità delle forme, concepito in modo del tutto rivoluzionario per la produzione industriale su vasta scala.

Il design di Achille Castiglioni è noto per la forte impronta lasciata nella ricerca della funzionalità attraverso il riuso di oggetti già esistenti nella produzione. La sua geniale intuizione, infatti, è stata quella di trasformare un oggetto ordinario utilizzato nella vita quotidiana in un progetto di design: basti pensare ai suoi lavori più celebri come la lampada Arco prodotta da Flos (1962), la sedia Sella (1957) o la poltrona Sanluca (1959). Gli elementi chiave della sua ricerca sono stati certamente sperimentazione, semplicità, raffinatezza delle forme e pragmatismo.

La Fondazione Achille Castiglioni

Nel gennaio 2006 gli eredi del Maestro firmano un accordo con la Triennale di Milano affinché lo Studio Museo Achille Castiglioni venga aperto al pubblico. Visto il successo di pubblico (oltre 40.000 visitatori solo nel 2014), la famiglia Castiglioni ha voluto continuare a condividere con i visitatori il luogo e la storia in esso racchiusa.
Nasce così il 14 dicembre 2011 la Fondazione Achille Castiglioni.

Per maggiori informazioni: fondazioneachillecastiglioni.it.

Rispondi

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome