CONDIVIDI
Argentario Golf Resort design lifestyle
Boschi di sugheri, querce e ulivi secolari, il mare da un lato, le colline dall’altro. Il paesaggio è dei più suggestivi e straordinari del nostro Paese, dimora di daini, scoiattoli, lepri e cinghiali, un’oasi di pace che accarezza i sensi. In questo contesto, dove la natura regna sovrana, sorge l’Argentario Golf Resort&Spa, il resort cinque stelle, completo delle sue ville esclusive, considerato la   numero uno della Maremma Toscana, nonché tra le strutture dedicate all’accoglienza luxury più esclusive d’Italia. Un luogo che coniuga benessere espresso nelle sue plurime forme e sostenibilità, privacy e racconto del territorio, innovazione nel rispetto dell’ambiente. argentario-golf-resort-design-lifestyle Siamo nel cuore della Maremma toscana, fra Porto Ercole e Porto Santo Stefano, in un’area di oltre 77 ettari, abbracciata dal paesaggio del Monte Argentario e dalla Laguna di Orbetello: 73 camere, 1 cottage e 4 ville di lusso con un’incredibile vista sul campo da golf situato nell’area di Feniglia e a 25 km dal Parco dell’Uccellina. È questa la punta di diamante del resort, che, con le sue 18 buche panoramiche, per un totale di 6.218 metri e par 71, ospita ogni anno tra i più importanti tornei di golf in Toscana e in Italia. Un percorso certificato “Agri Cert” bio eco-compatibile, così come tutti i prodotti usati per la sua manutenzione, che sono totalmente naturali, nel rispetto di una filosofia di rispetto dell’ambiente ben precisa e che lo stesso Augusto Orsini, proprietario dell’Argentario Golf Resort & Spa, tiene a ribadire durante la nostra visita in questo posto straordinario. Il campo a 18 buche e l’area practice con campo pratica e pitch & put sono stati disegnati dall’architetto David Mezzacane e dal giocatore Baldovino Dassù, bandiera del golf italiano nel mondo, mentre le buche sono state poi modellate dallo specialista Brian Jorgensen. Il risultato è un tracciato vario, spettacolare e tecnicamente valido, caratteristiche che gli hanno permesso di ottenere un importante riconoscimento, divenendo sede della PGA, Professional Golfers’ Association. Tra i maestri professionisti di golf ci sono Ricardo Kleinert Iversson e Paolo de Salvatore. Da segnalare l’Argentario Golf Academy con il simulatore TrackMan IIIe, un impianto di ultima generazione per l’analisi dello swing. E sempre per gli appassionati di sport ci sono due campi da tennis e due da padel, un campo da calcetto, una palestra attrezzata e percorsi di jogging, programmi di yoga e fitness con Personal Trainer. A completare l’offerta è una serie di spazi e servizi dedicati al benessere e al relax, Spa, programmi di nutrizione e aree dedicate al beauty, attività outdoor e Life Coaching, fino ad arrivare alla proposta food dei due ristoranti: il Dama Dama, guidato dallo chef Emiliano Lombardelli, che propone specialità della cucina maremmana e toscana con prodotti locali, e la nuova Club House Restaurant con un’attenzione particolare al territorio; basti pensare che le materie prime utilizzate sono tutte provenienti da filiere cortissime, che vedono come protagonisti piccoli produttori di eccellenze locali, prodotti Bio a Km. zero dell’Orto Biologico, pescato di giornata, miele auto prodotto, e tanti altri veri e propri tesori della gastronomia maremmana. L’Argentario Golf Resort&Spa è davvero un capolavoro dal punto di vista architettonico, paesaggistico e progettuale, un luogo perfettamente inserito nel territorio in cui sorge, del quale racconta l’essenza vera senza stravolgerla, rispettandone invece ritmi e aspetti. È qui che le distanze, tanto necessarie e richieste in questo momento, trovano la loro massima espressione in un luogo che è insieme eleganza, benessere e sicurezza, divertimento, raffinatezza, coccole per tutti i sensi. Oltre alle camere d’albergo e alle lussuosissime suite, il trend che sta sviluppando l’Argentario Resort è quello di un ritorno all’Home Leisure, con le sue dimore di charme e ville indipendenti destinate non solo allo Short Rental, ma a veri e propri investimenti a lungo termine. Un mercato interessante e sempre più allettante, quello del Property & Rental Management: le residenze, infatti, possono essere utilizzate dal proprietario nel tempo desiderato e poi date in affitto cedendo in dotazione tutti i servizi esclusivi ad essa abbinati. «L’emergenza coronavirus ha cambiato profondamente le nostre abitudini e, inevitabilmente, le nostre esigenze”, spiega Augusto Orsini, proprietario dell’Argentario Golf Resort & Spa. “Il riflesso immediato di questa evoluzione sul mercato immobiliare è stata una domanda ancora più dinamica. Questo trend ha portato anche ad una importante crescita degli utenti – sia affittuari che acquirenti – delle nostre Golf Villas, residenze 5 stelle esclusive e indipendenti. Ideali per coniugare lo smart working immersi nella natura, fra gli uliveti e il mare, con la routine familiare e le relazioni sociali sui nostri campi da golf”. Il design e l’eco sostenibilità sono le parole d’ordine di questo posto. Tutte le Golf Villas dell’Argentario Golf Resort & Spa, come anche le suite, le camere e le aree comuni, sono dei veri e propri capolavori di design, progettati nel segno della sostenibilità, a partire dalla scelta di materiali naturali, legno e pietra, senza rinunciare alla domotica più all’avanguardia, basata su protocolli aperti per consentire la gestione flessibile da remoto, anche tramite App e con servizi on-demand e dotazioni Hi Tech, che ne fanno un modello vincente di rental management. “Il successo dell’Argentario Golf Resort&Spa – racconta Orsini – è sicuramente racchiuso nella straordinaria esperienza che regala ai suoi ospiti, accogliendoli in un contesto di grande eleganza, innovazione e raffinatezza, che però riesce a trasmettere l’anima di un territorio fin cui regna la natura. Chi viene qui non può non rimanerne affascinato. Tutto è concepito e organizzato per rispettare l’ambiente, in un concetto di comfort e lusso che sono parte stessa del paesaggio circostante”.

Rispondi

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome