CONDIVIDI
tour-online-musei-design-lifestyle-1
Avremmo mai pensato di poter visitare i Musei Vaticani senza fare nemmeno un minuto di coda all’ingresso? O gli Uffizi di Firenze o l’Hermitage di San Pietroburgo? No. Diciamo la verità, non l’avremmo mai pensato. Da un giorno all’altro, per l’emergenza sanitaria dovuta alla pandemia da Coronavirus, i più importanti musei del mondo hanno visto perdere il 100% il flusso dei visitatori. Una situazione che ha costretto molti nel mondo dell’arte a ripensare all’offerta proposta e alle abitudini attuali del sistema dell’arte contemporanea. Da una chiusura fisica si è passati, grazie a strumenti che ogni museo aveva già nella propria offerta, alla più grande apertura collettiva e gratuita che il mondo dell’arte abbia mai sperimentato: i tour virtuali. tour-online-musei-designlifestyle I viaggi servono alla nostra vita per allontanarsi dal quotidiano, conoscere ed esplorare posti nuovi, a visitare città lontane e musei. Il nostro nemico è sempre stato il tempo, magari non sempre sufficiente ad ammirare collezioni e opere che meriterebbero giorni interi di religiosa contemplazione. L’occasione è quindi trasformare una situazione drammatica in una opportunità sostenibile per i molti musei internazionali, già dotati di tour virtuali, che hanno colto l’opportunità per digitalizzare parte delle loro collezioni, così da poter essere visitati gratuitamente e comodamente da casa. Obiettivo? mantenere i rapporti con il pubblico e, perché no, intercettare fasce di popolazione che non si sarebbero mai potute permettere un viaggio a Parigi, Londra, Mosca o Roma. Un giro ai Musei Capitolini, con la possibilità di vedere il catalogo delle opere e offrire la possibilità di un tour della Cappella Sistina in completa tranquillità, anche più volte al giorno. Ci spostiamo a Firenze, per visitare il Museo degli Uffizi nel quale possiamo effettuare specifici percorsi espositivi, con opere in alta definizione e didascalie ben visibili. Da segnalare la Fabbrica delle storie, dove all’interno di podcast avviene la narrazione delle collezioni con la voce di selezionati esperti. Anche Napoli, Milano e Torino mostrano tutto il loro splendore. La città partenopea ospita uno dei più bei musei italiani, il Museo di Capodimonte. Con il suo splendido bosco, visitabile online, e la pubblicazione delle opere della sua preziosa collezione di Annibale Carracci, senza dimenticare la sezione di arte contemporanea e le arti decorative o gli splendidi corridoi della Reggia Borbonica. Andiamo a Milano dove la Pinacoteca di Brera offre la possibilità di effettuare il tour virtuale di tutti i suoi ambienti e delle collezioni permanenti. Inoltre segnaliamo il Museo della scienza e della tecnologia di Milano che racconta il “backstage” e i segreti del Museo, con contenuti speciali giornalieri sui canali social. Spostandosi a Torino abbiamo la possibilità di vivere l’esperienza meravigliosa del Museo Egizio, visitabile totalmente online e che per l’occasione ha prorogato la mostra “Archeologia invisibile” la quale può essere visitata tramite un particolare tour virtuale. Lasciando l’Italia, possiamo viaggiare attraverso Parigi visitando il Louvre e il Musée d’Orsay, oppure atterrare a Lon dra e consultare il ricco database aggiornato delle opere del British Museum e della National Gallery, o in Spagna visitando gli ambienti del Dalì Theatre-Museum al Prado di Madrid, o ancora il Reina Sofia osservando il capolavoro Guernica di Picasso, proprio come faremmo se fossimo davvero lì. Voliamo oltreoceano, a New York, dove Metropolitan e Guggenheim tra gli altri offrono il loro immenso catalogo online e visite virtuali davvero accurate. Chiudiamo il nostro giro del mondo con una delle perle assolute dell’arte mondiale. L ‘Ermitage di San Pietroburgo, tre milioni di opere tra quadri, monete, sculture, pezzi d’arredamento e oggettistica, 374 sale per 50 mila mq di esposizione, 24 km di percorso totale di visita. La storia della più superba collezione di quadri al mondo, totalmente virtuale, in 4K e implementata ora anche in italiano. Allora, restiamo a casa e godiamoci il mondo.

Rispondi

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome