CONDIVIDI
Carmine Iovino

Si chiama Linear il progetto di Interior Design che porta la firma del giovane Carmine Iovino.

L’idea verte sul concetto di linea retta e su figure geometriche semplici, da cui, appunto, il nome “Linear”: una distribuzione d’arredo pensata per un cliente amante del design raccontato con pezzi pregiati e conosciuti, tutti legati allo stile minimalista.

Linear si basa infatti sull’utilizzo importante di pezzi d’autore e della collezione “Maestri” di Cassina, come la sedia Zigzag di Rietveld e il tavolino LC10 di Le Corbusier, per citarne alcuni.

Semplicità, pulizia delle linee, respiro: il minimal è quindi la parola d’ordine, e non solo per l’arredo, ma anche per la distribuzione degli spazi e per la colorazione scelta, tutta orientata verso tonalità neutre. Un progetto innovativo ed accattivante, che porta con sé la preziosità di elementi d’arte esclusivi e la luminosità di spazi distribuiti in un modo ben preciso, con ambienti ampi e aperti, che vedono abbattute molte pareti, assicurando sempre la sicurezza strutturale.

Linear nasce da un’attenta fase di analisi e ricerca di arredi consoni all’ideologia e filosofia del progetto, fondandosi su una scelta di modelli, materiali e finiture, apprezzabili nella fase di rendering.

Elemento importante è rappresentato dalla illuminazione, studiato con soluzioni specifiche sia per le funzioni quotidiane all’interno degli spazi domestici, che per la creazione di particolari effetti scenografici.

Caratteristiche lavorazioni tecnologiche per la ristrutturazione sono state pensate per rendere l’ambiente più confortevole anche a livello climatico, attraverso un isolamento termico ottenuto con l’utilizzo delle pellicole “Triso Super 10 Plus” dell’Actis, abbinata ad una Ventilazione Meccanica Controllata dell’IRSAP.

Comfort, spazio, luminosità, essenza: questo è il senso di Linear di Carmine Iovino.

Rispondi

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome