CONDIVIDI
tendenze design 2019 marzo

Il ritorno al legno e al monocolore.

Passano gli anni, cambiano gli arredi. Dai colori accesi al ritorno al monocolore, con una preferenza di massima per il legno. È il mood “rustrial” la vera novità dell’anno, l’ultima tendenza di design d’interni del 2019.
E se da qualche tempo a questa parte ha fatto capolino nelle case degli italiani l’industrial, oggi, così come riportato dalla community Houzz, questo stile si mischia con quel ritorno al rurale, fondendosi, appunto, in una tendenza “rustrial”.

Il bilanciamento perfetto per dare vita a questo stile è quello di abbinare il legno agli elementi prettamente industriali, con l’obiettivo di rendere gli ambienti più caldi, grazie ai colori legnosi. Parallelamente, quel cemento “vivo” che si vede sempre più spesso anche nelle case, oltre che nei luoghi di lavoro, conferisce un tocco soft di carattere metropolitano.

Resta fermo quell’ingresso della monocromia, dunque. Lo si può notare negli elementi d’arredo più particolari e trendy, come le pedane salvaspazio che, posizionandosi sotto il letto, lasciano un’area dedicata alla stiva di materiali. E si pensi anche al soppalco, tornato quasi prepotentemente, specie negli ambienti più contenuti, per “raddoppiare” la metratura di una stanza, e renderla ancor più abitabile. Sono solo alcuni esempi di “ritorno” alla semplicità.

Altro ritorno, che si può confermare tendenza del 2019, è quello del living. Dalle preferenze espresse sul portale Houzz, infatti, sembra che l’angolo della casa in cui ci si debba sentire più rilassati, più comodi, debba essere quello costituito da un trittico imprescindibile: divano – tappeto – tavolo. Si tratta più della zona tranquilla, in cui trova la sua massima espressione, la vita domestica.

E sempre lasciando come elemento dominante il legno, il sogno dell’abitare di molti italiani è quello di creare una sorta di mini appartamento in mansarda. Fra travi a vista, a completare l’ambiente totalmente rustico, anche un piccolo bagno e un angolo cottura. Riuscendo a combinare il tutto con arredi più contemporanei, in uno spazio così piccolo, il risultato sotto forma di accoglienza è garantito.

Rispondi

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome