CONDIVIDI
Milano-contract-district-designlifestyle-2
Un nuovo ambizioso progetto residenziale che si inserisce, come quello meneghino di Piazza Sant’Ambrogio, nel settore degli affitti luxury. Dopo una primissima battuta d’arresto del mercato immobiliare, dovuto all’immediato post Covid, torna l’interesse e l’attenzione al settore immobiliare residenziale. Lo ha sottolineato anche Lorenzo Pascucci, Founder di Milano Contract District che proprio nel settore degli affitti luxury è stato coinvolto su un nuovo importante progetto di riqualificazione urbana nel capoluogo sabaudo: Torre Littoria. L’edificio, nei pressi di Piazza Castello in centro a Torino, sviluppato su 19 piani con quasi 90 metri di altezza, rappresenta uno dei cinque palazzi più alti della città, con una vista mozzafiato sullo skyline del capoluogo piemontese e fa parte degli edifici residenziali appartenenti alla collezione “Prestige”, destinati alla locazione di pregio. A curare l’art direction e il layout dei tagli degli appartamenti della torre è stato lo studio di progettazione Camerana & Partners, mentre Milano Contract District è stata incaricata della realizzazione del progetto d’interior con il project teamdesign&build”. “Si è trattato di un vero e proprio lavoro a sei mani a fianco dello studio Camerana e della committenza”, spiega Lorenzo Pascucci. “Lo sforzo è stato quello di tradurre un complesso progetto di interni studiato su carta in una fornitura di prodotti e soluzioni di interior su misura che mantenessero alti gli standard qualitativi, incontrando i budget allocati dal committente.” Tra i brand partner del District coinvolti nel progetto d’interior degli appartamenti di Torre Littoria: Ernestomeda per le cucine, Fontanot per le scale, Lema per le armadiature e Flos per alcuni elementi illuminotecnici. Gli appartamenti si dividono tra unità singole monopiano e duplex con terrazzi annessi. Sono disponibili con diverse metrature e sono dotati delle soluzioni che rendono gli ambienti funzionali, confortevoli e allineati ai nuovi standard di comfort abitativo. Immobili smart con domotica d’avanguardia, per esempio, gestione del clima differenziata per ogni zona della casa e connettività già predisposta in ogni ambiente. Il tutto all’interno di un edificio unico, di assoluto valore storico e culturale con servizi esclusivi, come la conciergerie, le aree dedicate al benessere e alla condivisione.

Rispondi

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome