CONDIVIDI
passato e futuro design lifestyle

Partire dalla storia per guardare al futuro. È un po’ quello che fanno i grandi, di qualunque settore si tratti. Riprendere le radici, esaminare il passato e poi lanciarsi verso il domani con una grande rincorsa. Anche il mondo del Design è così, anzi forse
lo è ancor di più rispetto a tanti altri settori.

Ed è forse questa la sua grandezza, sintetizzare in un nuovo linguaggio concetti che sono eterni e che si
rinnovano, trovare il segno che meglio di qualunque altro racchiude una propensione al futuro, ad una meta che ha di per sé uno slancio positivo e propositivo.

Questo numero di Design Lifestyle fa proprio questo: guarda avanti, portandosi dietro un bagaglio che viene da lontano.

È così per un brand storico e sempre in evoluzione come Pininfarina, un esempio dell’eccellenza italiana nel mondo che ha saputo cavalcare il cambiamento, interpretarlo e trarne il miglior modo per restare sempre in cima. Ed è così con la collezione Memorabilia Museum, realizzata da Marcantonio Raimondi Malereba per Seletti, un tuffo in un’atmosfera antica che torna di moda e detta le future tendenze.

Il chandelier Pois, che ha impreziosito i contrasti materici dei marmi di Antolini alla 53° edizione di Marmomac a Verona, è un chiaro ed elegante rimando ai tradizionali candelabri d’epoca e alle suggestioni barocche che diventano un modo innovativo di guardare all’arredo residenziale e contract.

Tecnologia, studio delle materie plastiche e innovazione al servizio della quotidianità o dello sport è ciò che
contraddistingue l’attività di Marc Sadler, da sempre affascinato da un futuro che per questo straordinario designer è prima di tutto ricerca, ovvero una meta che nel momento stesso in cui viene toccata, è già sfuggita.

Ancora passato e futuro sono protagonisti nelle pagine di questo numero, con un servizio dedicato all’arte di Eduardo Paolozzi e al design iconico e filosofico di Matteo Thun mentre i trend del 2019 scalpitano già tra i brand che saranno protagonisti il prossimo anno.

Chiamateli passato e futuro, tradizione e innovazione, chiamatela naturale evoluzione o propensione, afflato o suggestione…signore e signori, questo è il design.

Rispondi

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome