CONDIVIDI
Mostra Lucio Fontana

Fino al 25 febbraio 2018, al Pirelli Hangar Bicocca di Milano, sarà possibile visitare la mostra Ambienti / Environments, dedicata al maestro del Novecento Lucio Fontana, a cura di Marina Pugliese, Barbara Ferriani e Vicente Todolí.

La grandezza nell’effimero nell’arte di Lucio Fontana

Inaugurato lo scorso 20 settembre, Ambienti / Environments raccoglie per la prima volta, nello spazio delle Navate, 9 ambienti spaziali e 2 interventi ambientali realizzati da Lucio Fontana tra il 1949 e il 1968 per gallerie e musei italiani e internazionali.
Il corpus di opere, messe in mostra in un allestimento innovativo e inedito, mette in rilievo la forza innovativa e precorritrice di Fontana, genio della sperimentazione spaziale e autore di progetti innovativi e ricchi di significato, che lo stesso artista ha distrutto dopo l’esposizione allo scopo di sottolinearne la natura effimera.

Ambienti / Environments

La grandezza della mostra sta proprio nella meticolosa ricostruzione di molti di questi ambienti, seguita a un lungo studio e attente ricerche condotte dalla storica dell’arte Marina Pugliese e dalla restauratrice Barbara Ferriani, anche grazie al prezioso contributo della Fondazione Lucio Fontana.

Fontana è a buon diritto annoverato tra gli artisti italiani che hanno segnato il XX secolo: a lui si deve la nascita dello Spazialismo e di una nuova interpretazione dei concetti di spazio e luce, vuoto e cosmo. Superando la bidimensionalità, Fontana ha infatti rivoluzionato la pittura, la scultura e lo spazio, contaminandoli con la sua peculiare concezione della materia.
La mostra Ambienti / Environments raccoglie il nucleo più produttivo di opere dell’artista, fonte di ispirazione per le correnti neo avanguardiste internazionali che sarebbero nate di lì a poco.

Nelle opere di Fontana nascono e si sviluppano nuovi concetti di spazio, in cui vuoto e materia si alternano, si armonizzano, dialogano con la luce e con la sua assenza. Monocromie sono interrotte da tagli discreti, traboccanti di mille interpretazioni: una breccia nelle certezze umane, filosofia artistica tutta da ammirare e interiorizzare.

Rispondi

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome