CONDIVIDI
armani-riconversione-sartorie-design-lifestyle
Al sol pronunciare del suo nome, pensi all’Italia. La sartoria per eccellenza. L’eleganza. Giorgio Armani è la moda. Un uomo che da sempre unisce al suo talento di sarto e stilista il pragmatismo, indispensabile per avviare e mantenere una azienda sempre ai massimi livelli. Con la concretezza che contraddistingue la sua vita, anche stavolta Re Giorgio è direttamente in campo per aiutare a vincere la battaglia contro il Covid-19. Dopo la donazione, già importante, di 2 milioni di euro agli ospedali più colpiti dal Coronavirus, Armani ha attuato una riconversione della sua casa di moda, iniziando la produzione di camici monouso destinati alla protezione di tutto il personale sanitario, quotidianamente impegnato negli ospedali. Un gesto importante, seguita da una lettera di Armani, rivolta proprio agli operatori sanitari, così duramente provati in questo momento: «È commovente vedervi impegnati nel vostro lavoro con le difficoltà e i grandi sforzi che ormai tutto il mondo conosce. E soprattutto vedervi piangere. Credo che questo sentimento si colleghi al mio desiderio di intraprendere la carriera di medico quando ero giovane e cercavo una mia strada. Tutta la Giorgio Armani è sensibile a questa realtà ed è vicina a tutti voi: dal barelliere all’infermiera, dai medici di base a tutti gli specialisti del settore. Vi sono personalmente vicino. Giorgio Armani». Dal suo esempio, anche altre importanti aziende italiane hanno riconvertito la propria produzione per fare ciò che è necessario fare adesso. Aiutare. La FCA, la Ferrari e Magneti Marelli, saranno impegnati per la produzione e l’assemblaggio di nuovi respiratori polmonari. Il Gruppo Miroglio, proprietario di marchi di eccellenza italiana come Elena Mirò, Fiorella Rubino, Oltre e Motivi, produce mascherine chirurgiche. Anche Prada contribuisce con la produzione di camici e mascherine per il personale sanitario. Bulgari invece, come tutto il gruppo LVHM, comprendente Dior, Guerlain, Givenchy, Kenzo e Acqua di Parma, convertirà le sue linee di profumeria nella produzione di gel disinfettante per gli ospedali. Rispondere presente, aiutare, donare ciò che si può. Questa è l’Italia che si mostra nei momenti di difficoltà ma che vorremmo, sempre.

Rispondi

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome