CONDIVIDI
isola-fluttuante-raynaud-designlifestyle
Moderna e luminosa. Si presenta così la cucina disegnata da Charlotte Raynaud Hegenbart e Menuiserie Hegenbart, realizzata in HI-MACS® in una casa con una splendida vista sulla montagna di Sainte-Victoire, a pochi passi da Aix-en-Provence. Un progetto che segue la tendenza dell’abitare contemporaneo con spazi abitativi a pianta aperta, ampi, luminosi e in grado di conferire calore all’ambiente. Importante elemento è dato dai materiali utilizzati, che diventano naturali con trame e venature preziose. E la cucina ne è protagonista. Non più nascosta, è l’ambiente principale, a cui conferire calore e personalità, per invitare alla convivialità. Per la sua realizzazione si utilizzano materiali innovativi e sostenibili di ultima generazione. Il risultato è un progetto immaginato come un’isola fluttuante, con lati specchiati che conferiscono leggerezza al top che sembra quasi levitare nello spazio circostante. A sottolineare l’eleganza e l’identità di questo lavoro è stato l’impiego di HI-MACS® e della proprietà di termoformatura del Solid Surface, che ha permesso di plasmare il materiale nella forma desiderata. Posizionata al centro della stanza, l’isola unisce la cucina alla zona pranzo e al soggiorno, trasformandosi in tavolo da pranzo e in worktop per la preparazione dei pasti. L’isola contiene sei cassetti posizionati accanto alla lavastoviglie per agevolare le attività in cucina. isola-fluttuante-raynaud-design-lifestyle Oltre all’isola, la cucina si compone di un’estensione di 4,6 metri di lunghezza che presenta una superficie di lavoro con paraschizzi realizzata con un unico blocco di HIMACS® Crystal Beige. Le scanalature dello scolapiatti sono incise nel piano di lavoro, mentre i frontali dei cassetti sono realizzati in rovere naturale laccato opaco per conservare l’aspetto originario del legno. Il meticoloso lavoro dei falegnami di Hegenbard ha assicurato che le venature del legno scorressero in modo uniforme per tutta la lunghezza della cucina. Per dare un senso di leggerezza all’ambiente è stato scelto di non installare alcun pensile. Una cappa a soffitto è incorporata in modo molto discreto ed è collegata direttamente al piano cottura. Un’unità bianco lucido ospita cassetti dispensa, un frigorifero/congelatore, un forno a colonna e un forno a microonde.   Ph. Credits: Denis Dalmasso

Rispondi

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome