CONDIVIDI
marine doc design lifestyle

Le navi fluviali mercantili in disuso diventano uno spazio abitativo. Una seconda vita, si potrebbe dire, che evita così la demolizione di questi giganti dell’acqua. Il progetto si chiama Marine Doc Estate, e ha l’obiettivo di dare una collocazione del tutto ecosostenibile alle navi in questione. Così come riportato dal portale Info Build Energia, si tratta di case (molto grandi) e completamente autonome dal punto di vista energetico.

La prima ad essere stata impiegata come abitazione in un futuro non molto lontano è a Kempenaar, una nave da carico che per anni ha battuto bandiera olandese. È lunga oltre 60 metri, e oggi ha lasciato spazio ad imbarcazioni più nuove e tecnologiche dopo anni di onorato servizio. Marine Doc prende così vita grazie allo studio di architettura Komma, che è riuscito a rivedere completamente il ruolo della Kempenaar. Il progetto è più che ambizioso, anche perché la scommessa è quella di riuscire a dare una nuova vita a navi che possano essere completamente ecosostenibili, ma anche dedicate a una determinata clientela. Si tratta, infatti, di nuove case lussuose, dotate di roof-garden e un ambio giardino.

Marine Doc Estate, una comunità sulle acque fluviali.

In prima fase l’idea è quella di realizzare due comunità da inserire nel contesto paesaggistico delle acque fluviali nei Paesi Bassi e dedicare a ciascuna di esse fino a 14 abitazioni di lusso, basandosi ovviamente sulla grandezza variabile di ogni singola imbarcazione. Per quanto riguarda il trasporto di questi colossi delle acque, le navi saranno sollevate per mezzi di gru e collocate su questi terreni lontani dai centri abitati, in un’atmosfera magica, dove il relax è la parola d’ordine, sempre in un contesto di comunità.

marine doc design lifestyle 1Il design pensato da Marine Doc Estate, esternamente vuole esaltare le forme geometriche della nave; internamente è prevista una suddivisione di unità abitative diverse ma sempre lussuose, in maniera tale che i clienti possano scegliere quella più vicina alle singole esigenze. Infine, per rendere più omogeneo l’ambiente esterno, è stata pensata una grande terrazza verde sul tetto dell’imbarcazione, dalla quale si può godere di una vista mozzafiato a due passi dalle acque fluviali.

Nelle foto il rendering del progetto.

Rispondi

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome