CONDIVIDI
food robot

La tecnologia che sostituisce l’uomo. Potrebbe essere un’idea rivoluzionaria quella ideata dalla torinese Icona. L’azienda italiana di car design ha presentato a Las Vegas, in occasione del Ces, la fiera dedicata all’innovazione automotive, il robot “porta-cibo” a domicilio.

Addio ai rider, ai dipendenti del food delivery. Almeno questo dovrebbe essere l’obiettivo, secondo quanto appreso. Operativi sette giorni su sette, ventiquattr’ore su ventiquattro, saranno un investimento iniziale al quale il titolare dell’esercizio commerciale non dovrà dare seguito. Ossia, non sarò costretto a sottoscrivere contratti di lavoro di alcun tipo né a pagare salari.

La creazione degli automi è il frutto di una collaborazione tra Cecomp e Tecnocad, e hanno partecipato anche Valeo, multinazionale dell’omonima componentistica, Nvidia, società di intelligenza artificiale, e Meituang Dianping, piattaforma di ecommerce cinese.
Questi robot, ad oggi, sono operativi, in fase sperimentale in oltre dieci città della Cina, tra le quali Pechino e Shenzen. In un’intervista pubblicata sul Corriere della Sera Torino, il direttore commerciale di Cecomp, Gianluca Forneris, ha spiegato che “l rivoluzione tecnologica digitale sta cambiando il mondo della mobilità. Se l’auto del futuro è un computer con quattro ruote, noi car designer abbiamo tutte le competenze per salirci a bordo».

Durante la fiera del Ces di Las Vegas, oltre ad Icona, altre eccellenze torinesi hanno rappresentato l’Italia. Si pensi a Magneti Marelli, che ha presentato la Smart Corner, una tecnologia che applica sensori per la guida montati all’interno dei proiettori anteriori e nei fanali. Presente anche Fca, con il debutto della Chrysler Pacifica Hybrid con sistema a guida autonoma Waymo, e la Hybryd Electric Pages.

Rispondi

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome