CONDIVIDI
diventare garden designer designlifestyle 0

Tra i settori professionali in ascesa, in un mondo in continuo sviluppo tecnologico, vi è certamente quello del Garden Design: diventare garden designer significa specializzarsi nella progettazione, sistemazione e gestione del verde ornamentale. Se qualcuno pensa che il garden designer sia “solo” un giardiniere professionista è decisamente fuori strada, poiché questa figura richiede competenze molto specifiche, che spaziano fra svariati ambiti, andando dalla botanica e l’agraria all’architettura e l’ingegneria.

Sarebbe senz’altro più giusto considerare il garden designer come un architetto del verde, che ha curato la propria formazione studiando materie come disegno tecnico, botanica e topografia, oltre ad avere dimestichezza coi software più avanzati di progettazione: AutoCADPhotoshopIllustrator.

Come diventare garden designer: studio ed esperienza

La professione del garden designer presume un periodo di studio che va seguito da un aggiornamento continuo. È indispensabile scegliere il percorso di formazione giusto, che sia in grado di fornire conoscenze e competenze tecniche ben precise, andando al tempo stesso al passo con l’innovazione tecnica e urbanistica, le tendenze e la continua evoluzione degli strumenti del mestiere.
Deve accompagnare questa fase di formazione anche un periodo di esperienza sul campo: sperimentazioni e progetti sono indispensabili per toccare con mano la materia, imparare a gestire gli spazi, risolvere le criticità peculiari del settore e sfruttare al meglio il budget per trovare le soluzioni più adatte al singolo caso.

Allenare la creatività

Diventare garden designer significa prima di tutto apprendere nozioni tecniche importantissime: la prospettiva, la misurazione degli spazi e la progettazione sono materie che presuppongono l’acquisizione degli strumenti tecnici prima di essere padroneggiate adeguatamente.
Buona parte delle competenze di questa figura professionale sono tuttavia legate la creatività, che va messa alla prova, stimolata e coltivata per trovare la sua massima espressione.
Il disegno tecnico, al tempo stesso, deve essere affiancato a quello artistico per dare dimostrazione dell’idea che s’intende realizzare.

L’anima green del garden designer

Non meno importante è l’amore per la natura, per il verde e per tutto ciò che è bellezza e armonia. Poiché è proprio in questo clima che la creatività e le idee più innovative prendono forma.

Il garden designer lavora sia per gli enti pubblici che per i privati, ovviamente con studi e tipi di progettazione diversi a seconda dei casi. Tutti gli spazi vengono studiati nel dettaglio durante una fase di lavoro preliminare, seguita da una serie di studi e rilevazioni, prima di passare all’attuazione degli interventi pianificati.

Se il Garden Design e l’Architettura Green sono la tua passione, un corso molto interessante a livello nazionale è il Master in Garden Design (Milano) organizzato da Italian Design Institute.

Rispondi

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome