CONDIVIDI
glamping_designlifestyle

C‘è una nuova forma di campeggio che si sta diffondendo in maniera molto rapida in tutto il mondo: è il glamping.
Dalla fusione di glamour e camping, nasce questa nuova tipologia di campeggio a cinque stelle che permette di immergersi nella natura senza abbandonare il comfort.
Cresce sempre più il numero di queste strutture che, indipendentemente dalla tipologia, vengono realizzate con il massimo rispetto dell’ambiente e con una particolare attenzione alla comodità del cliente. Dalle palafitte agli igloo, dalle case galleggianti alle mobile home, dai container di vetro alle tende di legno e stoffe. Vari tipi di strutture e un’esperienza adatta a tutte le fasce di viaggiatori, sia coppie che famiglie.
Ma i glamping non sono solo un modo per coniugare comfort e natura, sono anche degli splendidi esempi di design e architettura moderna e internazionale. In Australia troviamo il Freycinet Lodge nell’omonimo National Park, composto da nove padiglioni ispirati alle rocce tipiche della Tasmania, e le 16 tende Longitude 131° nel deserto vicino ad Ayers Rock, comprendente un ristorante stellato, suite arredate come appartamenti, terrazze con piscine circolari e barbecue; in Francia, a Marsiglia, c’è Attrap’Rêves con stanze a cinque stelle contenute in bolle trasparenti all’interno di un bosco, dotate di vasca idromassaggio e telescopio per esplorare il cielo notturno; in Corea, a Seul, il SJCC Glamping Resort dispone di quindici abitazioni in tensostrutture da 50 metri quadrati ciascuna, realizzate su terrazzamenti artificiali nel mezzo di una foresta di cipressi (Atelier Chang).

Ispirato alle abitazioni del luogo è il Z9 resort sul lago di Srinakarin in Thailandia, con bungalow su zattere fluttuanti ispirati alle case tradizionali e ai mercati galleggianti. Tra le più particolari troviamo sicuramente le suite del White Desert Camp tra i ghiacci del Polo Sud. Nove igloo di vetroresina a impatto zero, alimentati da energia solare. Sei delle nove capsule misurano 30 metri quadrati e all’interno sono attrezzate come stanze d’albergo di lusso. Le altre tre, da 45 metri quadrati, ospitano i servizi comuni (sala da pranzo, cucina, lounge e reception).
La crescita costante di questa nuova tipologia di strutture vacanziere è evidenziata anche dalla presenza di un’area dedicata al “glamping” alla Milano Design Week.

Rispondi

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome