CONDIVIDI
Segrete stanze

Emblema di purezza e ricercatezza essenziale, il colore bianco è il leitmotiv stilistico della Wunderkammer concepita e realizzata da Elisa Ossino Studio per Barovier & Toso in occasione del 4° e ultimo capitolo dello storytelling Segrete Stanze.

Segrete stanze – Capitolo 4

Il fascino incontaminato di sfumature immacolate avvolge e plasma la scenografia di Segrete Stanze, in un gioco di assenza-presenza che esalta le proposte del marchio.
La cornice espositiva esclusiva in via Durini, nel cuore di Milano, accoglie un banchetto natalizio dominato dal colore bianco, arricchito dalla forte presenza materica del gesso.

Un elegante lampadario Ran Round trasparente con paralumi bianchi e pendagli a goccia illumina la scena, mentre ciascun posto a sedere è contrassegnato da una lampada Ran coordinata, in versione da tavolo, utile a esaltare i momenti conviviali.
Il netto contrasto tra ciò che è artificiale e reale, immaginario e concreto, viene evidenziato dalla contrapposizione fra soggetti e oggetti presenti sulla scena.

Da un lato oggetti di uso comune, dall’altro lampade e lampadario, ricchi di concretezza fisica e simbolica, che infondono personalità a un ambiente minimal, compensandone la staticità e neutralità.

Si conclude con questo 4° appuntamento la narrazione a puntate con cui la storica azienda di Murano ha evidenziato lo stile delle sue creazioni, la loro capacità di rendere unico ogni ambiente.

Rispondi

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome