CONDIVIDI
Wind Rose Matteo Stucchi

Wind Rose è un omaggio al principio femminile, che tutto ispira e da cui scaturisce arte. La forza generatrice della donna raccontata nel progetto materico di Matteo Stucchi, giovane laureato in industrial design, che sta stregando con le sue ceramiche che riproducono le forme e le molteplici bellezze delle donne.

Il femminile ispira l’arte di Matteo Stucchi e la donna diventa la protagonista di «The Wind Rose», la prima collezione del designer industriale Matteo Stucchi. Quattro silhouette di ceramica corrispondenti a quattro punti cardinali raccontano il corpo delle donne, ammaliante e in perenne evoluzione, quattro forme che sottolineano e riproducono la sinuosità e la sensualità generatrice del femminile.

E la ceramica diventa una tassonomia morfologica, lo strumento materico che inneggia alla varietà e alla bellezza, che travalica i confini, unisce popoli e latitudini, azzera ambiguità e differenze.

Ogni creazione rappresenta un mondo, ogni vaso un’etnia, che porta con sé una cultura umanizzante, una sensualità universale.

L’Ovest è la donna della terra, principio naturale per eccellenza, rigogliosa, sinuosa e in continua trasformazione.

Il Nord è la donna algida, principio femminile della forza, della bellezza che sovrasta, respiro che soffia sul freddo.

Il Sud è la seduzione morbida, la donna con le linee generose, è passione, sensualità, seduzione.

L’Est esprime la donna dalla grazia infinita, eterea, rigorosa, una delicatezza sottolineata da curve impercettibili, liquide, esili.

“Mi considero più un artigiano che designer – si racconta Matteo a Design Lifestyle – mi piace scoprire, lavorare la materia. L’artigiano per me è colui che allarga i propri orizzonti, cattura colori, profumi, forme e li trasforma in progetto. Il mio design è essenzialmente la mia visione della vita. Lo scopo di chi lavora con lo spazio è creare luoghi in cui innamorarsi, creare oggetti che fanno innamorare…più riesci a essere personale, più ti avvicini all’ambizione di diventare universale”.

Matteo Stucchi

Leggi l’intervista completa sul nostro numero di questo mese di Design Lifestyle!

Rispondi

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome